Home
 
Google associazionedeicostituzionalisti.it web

Attività

ASSOCIAZIONE ITALIANA COSTITUZIONALISTI
Consiglio direttivo 2003/2006 - Seduta del 22 aprile 2004

Il giorno 22 aprile 2004 alle ore 17,30, nella sede di Cesifin-Fondazione Alberto Predieri in Firenze, via dei Servi, 49, si è tenuta una seduta del Consiglio direttivo dell’Associazione italiana costituzionalisti. Sono presenti i professori Bartole, presidente; Arcidiacono, Ciarlo, Loiodice, Morbidelli, Pizzetti; Ridola. Verbalizza Ciarlo.

Si procede alla discussione dei diversi punti all'ordine del giorno.

E' approvato il verbale della seduta precedente.

Per la relazione sullo stato finanziario dell'Associazione il Presidente dà la parola a Loiodice il quale, nella sua qualità di tesoriere, relaziona sulla situazione di cassa, che presenta un attivo di circa 23.000 euro. Sottolinea la necessità di completare l'indirizzario di posta elettronica anche al fine di sollecitare per tal via i soci morosi al pagamento delle quote arretrate. Pizzetti assume l'incarico di curare l'editing degli atti del convegno di Bari.
Ridola segnala che sul sito dell'Associazione si sono aperti due filoni di dibattito, uno riguardante la riforma costituzionale, l'altro la laicità dello Stato. Inoltre sollecita la tempestività delle richieste di inserimento delle notizie nella rubrica degli appuntamenti. Per motivi tecnici il tempo di inserimento di una notizia nella suddetta rubrica è di circa una settimana.
Ciarlo propone che il direttivo dell'Associazione si pronunci sulle revisioni costituzionali in discussione in Parlamento. Pizzetti si dichiara in linea di principio d'accordo con Ciarlo. Ridola preferirebbe che si restasse nel dibattito sulla revisione costituzionale a titolo individuale. Morbidelli preferirebbe far raffreddare prima il dibattito stesso. Loiodice si dichiara in linea di principio d'accordo con Ciarlo, e in particolare sarebbe favorevole a segnalare le ipotesi di revisione che da un punto di vista tecnico appaiono meno adeguate. Inoltre ritiene che il direttivo dovrebbe recuperare sensibilità culturale. Arcidiacono rileva come direttivo abbia un ruolo prevalentemente, se non esclusivamente, esecutivo. Ciarlo evidenzia come attraverso il sito il dibattito sulle revisioni costituzionali sia ben vivo nell'Associazione e dunque ineludibile anche per il direttivo. Pizzetti nota come sia probabile che l'Associazione venga richiesta di pareri dalle Commissioni parlamentari o da altri soggetti istituzionali e pertanto ritiene opportuno che il direttivo non sia colto alla sprovvista. Il Presidente Bartole, intervenendo in chiave conclusiva su questo punto, sottolinea le peculiari modalità procedurali secondo cui si è sviluppato l'attuale processo di revisione, e ritiene che anche per queste modalità dal testo di revisione derivino molte domande e criticità tecniche. Tanto premesso ritiene spetti al direttivo porre i suddetti problemi perché il dibattito possa svolgersi nel modo più proficuo possibile.
Su proposta del Presidente, il Consiglio direttivo delibera all'unanimità di riconvocarsi per esaminare ed approvare un documento sulla revisione costituzionale che verrà pubblicato sul sito dell'Associazione.
Passando ai successivi punti dell'ordine del giorno, il Presidente, sulla base dei contatti intercorsi e del dibattito svoltosi nelle precedenti riunioni del direttivo, per i convegno annuale di Padova dedicato alla separazione dei poteri e alla funzione giurisdizionale propone la seguente organizzazione
‑ sull'interpretazione:                                 relatore Barberis,         discussants Demuro e Pitruzzella;
- sull'organizzazione giudiziaria:     relatore Silvestri,                     discussants Barbera e Dogliani;
- sull'azione pubblica e il p.m.:                   relatore Rescigno,        discussants Manetti e Rigano;
- sulla responsabilità dei giudici:      relatore Zanon,                       discussants Anzon e D'Aloia
- sulla tutela multilivello dei diritti  relatrore Sorrentino,    discussants Bilancia e Cariola
Il direttivo unanime approva.
Il direttivo è convocato nella stessa sede alle ore 17,30 del 13 maggio p.v.

       Il presidente                                                                           Il segretario verbalizzante
       Sergio Bartole                                                                         Pietro Ciarlo